[Talk-it] Marciapiedi

M∡rtin Koppenhoefer dieterdreist at gmail.com
Fri Nov 19 14:22:58 GMT 2010


2010/11/19 David Paleino <dapal at debian.org>:
> On Fri, 19 Nov 2010 13:47:41 +0100, M∡rtin Koppenhoefer wrote:
> Per quanto riguarda l'attraversamento in ogni punto, non ci scommetterei che è
> vero ovunque nel mondo. Meglio taggare esplicitamente i passaggi pedonali, e
> lasciare il resto ad eventuali default del router, in base alla nazione.


nel caso di un semplice marciapiede dovresti taggare infinite volte
passaggi pedonali espliciti. Non si tratta qui di "lasciare la
decisione al default del router", si tratta di poter mappare sia
situazione conessi che staccati ed anche di definire per chi
(wheelchair, bicycle, pedone, bambino, ecc.)


>> Avevo iniziato la proposta per una relazione per risolverlo
>> (http://wiki.openstreetmap.org/wiki/Relations/Proposed/Area  purtroppo
>> la proposta non è molto ordinata), che però al momento sta fermo.
>> L'idea in breve è di segnalare che due way sono linearmente connessi.
>
> Questo lo abbiamo risolto con la relation street.
> Visto che la usiamo già per
> unire i vari segmenti di una strada e per i civici, ho/abbiamo pensato di
> usarla pure per i marciapiedi.


Penso che non ci siamo capiti qui: quella serve per associare pezzi di
strade e case/civici (oppure sbaglio?), mentre la relazione area si
usa per indicare per esempio che la uscita del motorway non è solo un
nodo ma un percorso lungo un tot di metri. Oppure che un "dual
carriageway" in realtà per pedoni è attraversabile a qualsiasi punto
(in certe casi), ecc.


>> In caso di ostacoli (barrier) queste possono essere inserite
>> esplicitamente oppure con tags. Risolverebbe anche il problema dei
>> marciapiedi.
>
> ..che io attualmente non vedo. Se c'è un ostacolo sul marciapiede, metti un
> nodo sulla footway=sidewalk, e lo tagghi appropriatamente. Se la barriera è tra
> marciapiede e strada, la disegni come feature lineare dove si trova nella
> realtà, cioè come una way tra footway e strada.


il vantaggio della mia proposta: prendiamo un marciapiede normale:
invece di dissegnare il marciapiede ed il bordo e la strada
esplicitamente (3 way, più un eventuale quarto per il lato esterno del
marciapiede) potresti disegnare solo 2 di way: la meta della strada e
il bordo esterno. Poi con un tag alla relazione (barrier=kerb ;
barrier:height=0.2) potresti definire l'ostacolo, con dei nodi
(espliciti alla reale posizione oppure dei way, sempre non connessi ne
nel way della strada ne nel quello del marciapiede) postresti indicare
l'eccezione della barriera (barrier=lowered_kerb oppure barrier=kerb
barrier:height=0.02 ) e metti tutto nella relazione area.

La differenza fondamentale è: potresti inserire le barriere
esplicitamente, ma non è per forza richiesto. Non ha molto senso di
dissegnare millioni di chilometri di "kerb".

>> Per loro avevo pensato ad una eccezione:
>>
>> se si dissegnasse i marciapiedi invece del centro al lato, si potrebbe
>> usare lo stesso way anche per un rendering dettagliato delle aree
>> delle strade. Per renderizzare idealmente dovrebbero bastare 2 way
>> (senza connessione "finta" come nel caso dei riverbank), ed un
>> renderer potrebbe creare una area da questi (per aumentare la
>> semplicita e evitare linee ortogonali che creano confusione).
>
> (non ho capito)

eh lo so, dovrei fare un dissegno per questo...


>> Mathematicamente è possibile (fanno i render professionali, per
>> essempio 3D-Studio con i "Nurbs" pure in 3D [1]),
>
> Perché, più "semplicemente", non implementare in $renderer (nel nostro caso,
> Mapnik e Osmarender), il supporto per width= e est_width=? Se c'è il dato,
> disegni l'area -- se non c'è, non disegni nulla.


in un modo o l'altro avresti sempre bisogno di geometria, perché i
casi dove il marciapiede è di larghezza continua è noioso (e si
risolve con width) ma i altri casi con geometria più complessa
richiedono (per avere una rappressentazione dettagliata) geometria
esplicita. Chiaramente si cerca sempre il modo più semplice per
ottenere il risultato desiderato.

ciao,
Martin



More information about the Talk-it mailing list