[Talk-it] Letture "Perché i dati geografici non possono essere “liberi”

Simone Cortesi simone a cortesi.com
Lun 11 Lug 2011 22:58:36 BST


2011/7/11 Maurizio Napolitano <napoogle at gmail.com>:
> Mi hanno girato questo articolo
> http://www.rivistageomedia.it/201107103458/Approfondimenti/perche-i-dati-geografici-non-possono-essere-liberi-se-vogliono-essere-onesti.html
>
> .... secondo me questo ha paura ...

Puro FUD: Fear Uncertainty Disaster

Mi sembrano frasi e paragrafi sconnessi fra di loro.

Fra cui il capolavoro finale: "Un ultima considerazione: al di la di
quello che può essere la sperimentazione o il diletto, affidereste mai
la vostra navigazione ai dati “liberi” ? L’affidabilità completa sulla
navigazione stradale oggi non l’abbiamo neanche dai dati Teleatlas,
notoriamente costosi. E voi affidereste gli spostamenti delle vostre
merci a sistemi così poco affidabili? Provate pure, usate un
navigatore con dati liberi e fatemi sapere."

Che diamine ha a che fare la gratuità del dato con la sua qualità? Per
le zone comperte mi fido 100 volte piu' della mappa osm che non di
quella teleatlas.

Da anni dimostriamo quanto questi ragionamenti da retroguardia
luddista in realta' nasconodo solo interessi di altro tipo.

Il fatto che il Sig. CARLUCCI insegni geomatica a "Roma 3" magari è
significativo del suo punto di vista :)

-- 
-S



Maggiori informazioni sulla lista Talk-it