[Talk-it] Su relazioni, fabbriche e uffici pubblici

Maurizio Daniele maurizio.daniele a gmail.com
Gio 19 Gen 2012 11:10:23 GMT


Il giorno 19 gennaio 2012 11:44, Volker Schmidt <voschix at gmail.com> ha
scritto:

> La distinzione fra zona "industriale e commerciale è notoriamente
> difficile. Lavoro nel bel mezzo della Zona Industriale di Padova (ZIP) ma è
> un miscuglio fra ditte produttrici di qualcosa, di ditte che vendono
> qualcosa all'ingrosso e al dettagli, tanti uffici (per esempio la
> motorizzazione civile di Padova), ristoranti ed alberghi e ricerca (dove
> lavoro io).
>
> Non ho mai guardato da vicino a questo problema di distinzione fra le due
> tipi di aree non-residenti.
> Come si fa distinguere?
>
>
In realtà la distinzione dovrebbe farla il piano regolatore tra aree
"produttive" e aree "terziario", ma spesso questa distinzione è lettera
morta, permettendo, ad esempio, che un capannone industriale sfitto diventi
un Lidl (esempio che ho sotto gli occhi).

Quel che si può fare, in mancanza di dati certi, è valutare la
preponderanza di attività e di tipologia di edifici: solitamente in una
zona industriale ci sono più capannoni, in una commerciale/terziario più
palazzine di uffici... Poi non è che se in una "zona industriale" nasce una
tavola calda, quel pezzetto diventa "commercial", la zona è sempre
industriale.


-- 
Maurizio Daniele ----------------- <maurizio.daniele (a) gmail.com>
-------------- next part --------------
An HTML attachment was scrubbed...
URL: <http://lists.openstreetmap.org/pipermail/talk-it/attachments/20120119/84af42fd/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista Talk-it