[Talk-it] toponimi bilingue lingue minoritarie L.482/99

Paolo Monegato gato.selvadego a gmail.com
Ven 29 Giu 2012 15:02:14 BST


Il 28/06/2012 14:25, Damjan Gerl ha scritto:
> Credo sia giusto scrivere in name=* quello che si trova scritto sul 
> posto (su cartelli stradali)
Il 29/06/2012 11:16, Martin Koppenhoefer ha scritto:
> quando nella realtà i cartelli sono bilungue sarebbe da inserirle anche in OSM così

Ok, ma parliamo del cartello bianco (limite centro abitato) o del 
cartello marrone (limite comune)? O basta la presenza di un generico 
cartello (anche aggiuntivo)? Oppure il riferimento è ai segnali di 
direzione? (vedere [1])


Il 29/06/2012 11:36, Stefano Salvador ha scritto:
> In Italia ci sono delle zone storicamente bilingue nel senso stretto della parola, cioè dove posso condurre tranquillamente la mia vita conoscendo o una o l'altra lingua e dove per accedere ad un posto pubblico devo conoscere entrambe le lingue.

Non mi risulta ci siano zone in cui è possibile non conoscere la lingua 
ufficiale dello stato (vorrebbe dire che a scuola non viene insegnato 
l'italiano nemmeno come seconda lingua).
Comunque, credo d'aver capito che per te il criterio discriminante 
dovrebbe essere una cosa tipo "nei comuni ove è possibile fare la carta 
d'identità bilingue si mette la doppia denominazione nel name". In tal 
caso si limiterebbe l'uso del doppio name ai comuni sloveni della sola 
Provincia di Trieste, ai comuni della provincia di Bolzano e a quelli 
della Val d'Aosta (che poi per la Valle d'Aosta il "problema" c'è solo 
per il comune di Aosta e per il nome della regione, dato che tutti gli 
altri toponimi it non sono più ufficiali).

ciao
Paolo M

[1] http://it.wikipedia.org/wiki/Segnaletica_bilingue#Italia



Maggiori informazioni sulla lista Talk-it