[Talk-it] Ubuntu Touch e OpenStreetMap

Luciano Montanaro mikelima a gmail.com
Mar 24 Feb 2015 08:39:41 UTC


Per Qt+QML, che e' la piattaforma nativa di Ubuntu touch, c'e'
Marble[1], che puo' mostrare mappe OSM, e anche routing (non sono
sicuro con che motore). E' stato portato sui telefoni Nokia basati su
Maemo e Meego, e dovrebbe non essere troppo difficile un port a qt5
per i telefonini. C'e' anche SailfishOS che e' piuttosto simile come
base di partenza, e potrebbe beneficiare di buona parte del lavoro di
porting (la parte QML, di interfaccia utente richiedera' modifiche, ma
il backend puo' essere condiviso).

[1] https://marble.kde.org/

2015-02-21 9:20 GMT+01:00 Aury88 <spacedriver88 at gmail.com>:
> argomento non proprio intopic al 100% ma che potrebbe ugualmente interessare
> alcuni di voi.
> Da qualche settimana sono cominciate le vendite dei primi smartphone con su
> il sistema operativo Ubuntu Touch (UT)[1]...vendite chiaramente indirizzati
> agli sviluppatori per cercare di avviare la crescita del numero di  App e
> Scopes.
> Una delle app di cui si sente di più la mancanza è quella per la
> navigazione...a differenza di tutti i tipi di smartphone concorrenti infatti
> UT al momento non offre ancora capacità di navigazione...essendo Canonical,
> cioè l'azienda che produce il sistema operativo Ubuntu, molto piccola è
> estremamente improbabile che possa mettere in piedi un sistema di mappe
> personale ergo la neccessità di affidarsi a servizi esterni...
> La tentazione di cadere su servizi famosi e molto diffusi è grande visto
> che, a torto o a ragione non so, viene visto come indice di buona
> affidabilità;
> A giocare però contro questa ipotesi è il fatto che quasi tutti i sistemi di
> navigazione attualmente in circolazione appartengono ad aziende
> "concorrenti" nel campo mobile (microsoft, google e apple). Un altro punto a
> sfavore di questa scelta, che personalmente apprezzo di più,è anche la forte
> volontà e necessità per UT di distinguersi dalla concorrenza anche per poter
> avere qualche chance di successo in un mercato ormai ampiamente conquistato
> dalla concorrenza.
>
> Tutto ciò ci porta ad OSM...attualmente osm ha già una timida presenza sul
> market ubuntu  (basta fare la ricerca in questa pagina [2]).
> OSM come scelta sembrerebbe essere perfetto per numerosi motivi:
> *È totalmente opensource come gran parte del progetto UT.
> *È personalizzabile nella forma in cui si presenta ed è quindi adattabile
> alle esigenze di design/stuile di UT.
> *È supportato da una vasta communiti di mappatori e sviluppatori ed è quindi
> un progetto di cui non deve farsi carico Canonical.
> *È "gratuito" è questo permette di non dover applicare costi aggiuntivi di
> vendita che in questo momento potrebbero decretare la fine del progetto.
> *È già integrato all'interno di Debian, ladistro madre di Ubuntu e quindi
> UT.
> *Per come è impostato può dare forti apporti con lo scope "Nearby", che
> fondalmente altro non è che un elenco di notizie ed eventi nelle vicinanze,
> con i suoi POI.
>
> OSM forse sarebbe quella che ci "guadagna" meno ma a mio avviso potrebbe
> essere un altro tassello importante della sua storia :
> *Avrebbe un maggiore visibilità in un settore a forte presenza di
> sviluppatori ed amanti del FOSS e dei progetti crowdsourced.
> *Per la prima volta si troverebbe in un ambiente con nulla diretta
> concorrenza.
> *Per la prima volta si troverebbe in un settore con nulla diretta presenza
> di servizi che ne fanno uso ergo la possibilità di esprimere a pieno il
> proprio potenziale e fornire direttamente servizi senza rischiare di
> "pestare i piedi " ad aziende "supporters"
> *Essendo gli smartphone ubuntu di fatto collegati alla rete (per poter a
> pieno accedere a contenuti in tempo reale e in base alla zona in cui si
> trova il device) OSM dimostrerebbe il suo potenziale nell'utilizzo online e
> non come una alternativa per evitare i costi di roaming (l'unico motivo che
> ho sentito essere utilizzato da utenti di programmi che usano OSM).
> *La natura  e il fatto di essere opensource, unito alla gratuiticità di OSM
> e alla mancanza di concorrenza (e quindi alternative per canonical)
> potrebbero portare facilmente ad una integrazione forte tra device, sistema
> operativo ed OSM dove fruizione di un contenuto e creazione  perdono
> granparte della loro distinzione.
>
> Non so cosa riservi il futuro, ma il fatto che sin dalle prime fasi di
> sviluppo di UT ci fose già una, seppur minima, presenza di OSM mi fa ben
> sperare sulla possibilità che entrambi i progetti possano realizzare grandi
> cose assieme.La community OSM e i suoi sviluppatori possono fare molto per
> spingere per questa presenza e, sperabilmente, integrazione. A mio avviso è
> un opportunità ghiotta e che non dovremmo lasciarci sfuggire.
>
>
> [1]http://www.omgubuntu.co.uk/2015/02/bq-ubuntu-phone-goes-sale-next-week-e169-meizu-device-coming-soon
> http://www.omgubuntu.co.uk/2015/02/96735
> [2]https://appstore.bhdouglass.com
>
>
>
> -----
> Ciao,
> Aury
> --
> View this message in context: http://gis.19327.n5.nabble.com/Ubuntu-Touch-e-OpenStreetMap-tp5834454.html
> Sent from the Italy General mailing list archive at Nabble.com.
>
> _______________________________________________
> Talk-it mailing list
> Talk-it at openstreetmap.org
> https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it



-- 
Luciano Montanaro

Anyone who is capable of getting themselves made President should on
no account be allowed to do the job. -- Douglas Adams



Maggiori informazioni sulla lista Talk-it