[Talk-it] Why OpenStreetMap is in Serious Trouble

Alessandro ale_zena a libero.it
Ven 23 Feb 2018 13:48:28 UTC


Buongiorno lista,
di rientro da una settimana molto pesante (ma anche molto soddisfacente) 
a Roma metto lì i miei due centesimi sulla discussione. E’ un’occasione 
da prendere al volo anche perché quando si tenta di intavolare una 
qualche discussione su temi un poco più alti rispetti ai blasonati 
idranti blu e contenitori di escrementi animali nei giardini non si 
ottengono risposte.

Molti dei problemi evidenziati sono dovuti alla crescita del progetto. 
Altri sono imputabili alla carenza di una valida comunità.

Durante le mie presentazioni ripeto più volte che lo scopo primario di 
OpenStreetMap è creare un database cartografico piuttosto che una mappa. 
Il sito osm.org rappresentando una vetrina del progetto fa però vedere 
una mappa perché mostrare lo schema di un database sarebbe poco 
attrattivo. Purtroppo non abbiamo la potenza di fuoco di chi può gestire 
centinaia di milioni di euro e pertanto possiamo fornire una piccola 
frazione dei servizi possibili principalmente – ma non solo, 
intendiamoci – per carenza di risorse.
All’interno della OSMF, di cui faccio parte ma nella quale non ci sono 
molti italiani, c’è chi ha questa visione, magari un po' nerd, di 
fornire un servizio base lasciando il resto a volontari o aziende; penso 
ricorderete pochi anni fa la discussione che nacque per aggiungere il 
servizio di routing all’interno del sito osm.org.
Ma la foundation è fatta da persone e da un budget limitato. In maniera 
semplicistica potrei dire "entrate a far parte della OSMF e cerchiamo di 
avere una maggior disponibilità di fondi".

Quando l’articolo affronta il primo tema della contrarietà di permettere 
a chiunque e senza limiti di accedere alle risorse di osm.org vorrei 
ricordare un periodo di rallentamento del sito dovuto al boom di alcune 
app che utilizzavano le tiles osm on line. Proprio in quel periodo 
furono redatte le linee guida che si leggono ancora oggi sul giusto 
(fair) utilizzo delle risorse osm. E se togliessimo ogni limite 
accetteremmo che la risposta dei server fosse molto più lenta? E così 
come noi farebbero anche le altre persone che fruiscono solo di mappe e 
servizi OSM?

Non entro nel merito del potenziale conflitto d’interessi anche se 
personalmente sorrido quando si pongono certi problemi ragionando 
sull’oggi senza pensare che il mercato dell’informazione geografica sta 
avendo e avrà una crescita esponenziale, quindi ritengo che per diversi 
anni ci sarà posto per tutti.
Sulla bizzarria del limitare l’accesso a chi utilizza più del 5% delle 
risorse vale lo stesso ragionamento espresso sopra: apriamo tutto e ci 
accontentiamo di vedere il tutto rallentato?

Sul geocoder mi vede completamente d’accordo: è pessimo! Un paio di 
settimane fa in lista ci sono state lamentazioni a riguardo “squalifica 
il progetto OSM” e così via. Ovviamente nessuno pensa che questo 
importante progetto è portato avanti principalmente da 2 persone 
https://github.com/openstreetmap/Nominatim/graphs/contributors E quindi 
la soluzione sarebbe molto semplice: contribuire al progetto!

Personalmente la moderazione la vedo come un rallentare i contributi. 
Recentemente OSM a Genova ha acquisito un ottimo ed esperto contributore 
che era stufo di aspettare settimane per vedere i propri contributi 
accettati da una mappa proprietaria a cui contribuiva. Posso essere 
d’accordo sullo studiare un sistema per alcune caratteristiche (leggasi 
linee di costa o confini) ma, almeno allo stato attuale una moderazione 
per qualsiasi contributo la vedo molto male.

Mi trovo d’accordo con la parte dei doppi ruoli degli oggetti, il 
classico caso di strade e fiumi che condividono un confine o un landuse 
mi hanno reso furibondo più di una volta per semplici operazioni di 
editing, immagino quale difficoltà comporti sviluppare strumenti che 
debbano tenere in considerazione anche queste eventualità.
E per rimanere sui temi più significativi sono anche d’accordo nel 
pensare che le API sono ferme alla versione 0.6 dal 2009.

Stavo aggiungendo un capitolo con considerazioni sull’Italia, ma 
rileggendolo non ho avuto il cuore di postarlo, almeno il giorno dopo la 
chiusura di FOSS4G-IT dove abbiamo visto quanto i dati OSM siano utili e 
utilizzati.

Alessandro Ale_Zena_IT



Maggiori informazioni sulla lista Talk-it