[Talk-it] Alberi

Giovanni Mascellani g.mascellani at gmail.com
Mon Sep 8 15:45:13 BST 2008


Il giorno gio, 04/09/2008 alle 09.57 +0200, Simone Cortesi ha scritto:
> On Thu, Sep 4, 2008 at 9:37 AM, Cristiano Giovando <giovand at gmail.com> wrote:
> 
> > E usare un namespace nostro (se non esiste già) in cui raggruppare
> > tutte le features per cui non esiste ancora un tag? Ovviamente in
> > aggiunta a natural:tree, così: <tag k="it:monumentale" v="yes" />
> >
> > Per il resto degli attributi manterrei il loro tag finchè non si
> > decide a livello nazionale o internazionale. In questo modo: <tag
> > k="merano:albero:al_id" v="123" />
> 
> io sono estremamente daccordo con quanto dice cristiano. sono convinto
> che sia estremamente improbabile che la comunità internazionale
> sia/sarà interessata a deliberare su ogni singolo tag presente nelle
> specifiche. credo piuttosto che si andrà, anche con il nascere di
> rendering personalizzati, quindi con un sistema di tagging
> personalizzato su cui c'e' un accordo almeno a livello di ML.

Secondo me introdurre dei namespace non è il modo giusto per risolvere
questo problema: non mi piace molto l'idea di differenziare troppo gli
insiemi di tag utilizzati nei vari paesi, perché questo farebbe perdere
omogeneità e chiarezza al database. Forse può darsi che esistano dei
casi in cui dei tag possano applicarsi a singoli paesi. Ma sarebbero
veramente relativi ad un _solo_ paese? Ne dubito. E non mi sembra una
bella idea quella di utilizzare cinquanta tag diversi per rappresentare
le stesse cose cinquanta paesi diversi. Per non considerare il fatto che
in diversi paesi le stesse cose potrebbero essere rappresentate con
convenzioni diverse, cosa che porterebbe ad un'esplosione della
complessità dei renderer.

Piuttosto mi sembra migliore l'idea di rendere facile l'approvazione di
un nuovo tag. Non so bene che lunghezza abbiano al momento i cicli di
approvazione di tag, anche perché non vi ho mai partecipato, ma ritengo
che sia cosa molto buona che rimangano unitari e non divisi per i vari
paesi.

> Anche perche' semplicemente certe faccende non sono rilevanti in tutti
> gli stati.

Però in più di uno sì. Forse questo fa parte del problema più generale
di trovare un modo per coordinare bene la comunità internazionale, che è
più difficile che coordinare comunità nazionali più piccole. Forse ci
sarà bisogno prima o poi di mezzi di comunicazione e decisione più
specializzati di un Wiki e di una mailing list. Però mi dispiacerebbe
molto l'idea di lasciare completamente indipendenti i vari progetti
nazionali.

È già da  un po' di tempo che penso di iscrivermi a talk, e credo che
prima o poi lo farò. Ho il problema di una sempre crescente quantità di
mailing list che ho poco tempo per leggere, ma troverò il modo di
giostrarmi anche questa!

Ciaociao, Gio.
-- 
Giovanni Mascellani <g.mascellani at gmail.com>
Pisa, Italy

Web: http://giomasce.altervista.org
SIP: g.mascellani at ekiga.net
Jabber: g.mascellani at jabber.org / giovanni at elabor.homelinux.org
GPG: 0x5F1FBF70 (FP: 1EB6 3D43 E201 4DDF 67BD  003F FCB0 BB5C 5F1F BF70)
-------------- next part --------------
A non-text attachment was scrubbed...
Name: signature.asc
Type: application/pgp-signature
Size: 315 bytes
Desc: Questa ? una parte del messaggio	firmata digitalmente
URL: <http://lists.openstreetmap.org/pipermail/talk-it/attachments/20080908/27282bcc/attachment.pgp>


More information about the Talk-it mailing list