[Talk-it] Riflessioni sulla mappatura

Cristian Testa testa.cristian at tiscali.it
Wed May 20 11:35:59 BST 2009


Come giustamente stai facendo notare, il concetto di approssimazione 
accettabile è intrinseco in qualsiasi rapprensentazione ed acquisizione di 
dati in funzione della precisione ottenibile durante le singole fasi: se il 
mio gps riesce a darmi una posizione con un'approssimazione di 3m è ovvio 
che neanche se piangessi in arabo riuscirei a definire una posizione con una 
precisione superiore senza avvalermi di tecniche più sofisticate.
E su questo di do perfettamente ragione, come pure sul fatto che OSM non può 
contenere il mondo millimetro per millimetro.
Come pure concordo con te che non si possa estrarre "qualsiasi mappa" ma 
solo un sottoinsieme basato sui dati effettivamente presenti.
Non sono invece per niente d'accordo sul fatto che OSM inteso come 
geodatabase debba già in partenza basarsi su una delle visualizzazioni 
possibili.
Per cosa poi? Risparmiare un paio di parametri che aiuterebbero in una 
migliore definizione della struttura fisica del territorio?
Quello che dico io, e torno a ripetermi, è che almeno nella fase di 
introduzione dei dati relativi ad un certo posto venga separata la parte 
"fisica" dalla parte "logica" delle strade. Nulla di più di 
un'approssimazione accettabile nella rappresentazione della realtà che mi 
dia un'informazione fisica slegata dalle intenzioni del legislatore di di 
quella zona e che un renderer possa utilizzare per visualizzarla, non con 
maggiore "precisione", ma con una maggiore somiglianza alla realtà.
E con il vantaggio, a mio giudizio, di non dover far troppo affidamento sul 
buon senso di chi introduce i dati (e che molto probabilmente di cartografia 
ne sa poco o nulla) nell'assegnazione di una definizione di una tipologia 
ibrida tra logico e fisico.

Ciao
                                    Cristian
----- Original Message ----- 
From: "Federico Cozzi" <f.cozzi at gmail.com>
To: <mk at koppenhoefer.com>; "openstreetmap list - italiano" 
<talk-it at openstreetmap.org>
Sent: Wednesday, May 20, 2009 9:55 AM
Subject: Re: [Talk-it] Riflessioni sulla mappatura

>Vorrei sfatare questo mito, o per lo meno sostenere che è irraggiungibile.
>L'idea che OSM possa contenere "tutto" e che poi l'utente estragga le
>informazioni che gli servono è bella ma impossibile.

>Noi cartografi OSM, quando carichiamo dati nel geodatabase, facciamo
>delle scelte irreversibili che non permettono l'estrazione di
>"qualsiasi" mappa:

>... omissis....

>Volente o nolente, qualsiasi inserimento di dati in un geobase è
>inevitabilmente una semplificazione della realtà che è accettabile
>solo avendo ipotizzato un uso futuro della carta per il quale quella
>semplificazione è indifferente.

>Si potrebbe risolvere osservando che la fruizione della carta sarà
>limitata dalla precisione del sistema GPS, che è dell'ordine dei 5
>metri, e quindi il nostro obiettivo potrebbe essere quello di produrre
>un'ottima carta 1:2000 (non avrebbe senso produrre carte a scale
>maggiori perché sarebbero infruibili). Dalla carta master 1:2000 uno o
>più software otterrebbero carte a scala minore.
> ...


_______________________________________________
Talk-it mailing list
Talk-it at openstreetmap.org
http://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it 





More information about the Talk-it mailing list