[Talk-it] utenti che hanno confermato la nuova licenza (e CT) WAS list of user IDs having accepted the contributor terms

Maurizio Daniele maurizio.daniele at gmail.com
Mon Oct 11 21:07:53 BST 2010


Il giorno lun, 11/10/2010 alle 21.12 +0200, Paolo Molaro ha scritto:

> On 10/11/10 Maurizio wrote:
> > Mi pare una posizione in linea con quello che si fa, da sempre, nel
> > mondo del copyright (nonché con le possibilità tecniche che si hanno).
> 
> Mi pare una posizione in linea con quello che si fa, da sempre, nel
> mondo italiano (nonché con le possibilità tecniche che si hanno).

Scusa ma nemmeno un po'. :)
Se chicchessia pubblica un mio racconto e lo spaccia per suo, il solo
autorizzato a citarlo per danni sono io.
Se uno ruba la mia bici, spetta a me dimostrare che quella bici non è
del ladro ma è mia.

E non è così "perché siamo italiani", ma è così dal polo nord al polo
sud del mondo. L'onere della prova spetta all'accusante.

Oltretutto, bada bene, non sto dicendo "usiamo lo stesso i dati e
freghiamocene"; sto dicendo "si faccia una epurazione di tutti i dati
dei contribuitori che non accettano la nuova licenza (e che non siano in
public domain) il più possibile accurata e precisa."
Dico accurata al punto tale da poter ragionevolmente supporre che non ve
ne sia più traccia nel database.

Dopodiché, se qualcuno dovesse appuntare dati alla mano che no, il nodo
YXZ è roba sua e sua soltanto, si può affrontare il problema.

> Se mi beccano ad evadere le tasse le pago, ma hai voglia che vengono a
> cercare proprio me, probabilmente me la cavo.

Non direi pertinente.
A parte l'esempio di "reato fiscale conscio" VS "errore" (perché se dopo
il repulisti rimanesse roba che non deve rimanere *deve* essere solo per
errore), non si tratta per come la vedo io, di "io speriamo che me la
cavo". 

Si tratta di fare le cose nella maniera migliore possibile, una volta
presa la decisione di cambiare licenza, in modo tale da non avere
problemi prevedibili.

In fondo non è niente di diverso da quello che si fa quando si
raccomanda alla gente di "non copiare". Non si ha nessuna garanzia che
non lo si faccia, si può solo cercare di vigilare nella miglior maniera
possibile.

Se domani arriva la DeAgostini a reclamare che un certo dato è copiato
dai suoi Atlanti che si fa? Perché non si è evitato a monte il problema?
Come evitarlo per il futuro?

Le domande sono retoriche, ma le risposte sono le stesse che si
darebbero sostituendo a "DeAgostini" l'utente X che si è ritirato dal
progetto per il cambio di licenza ed i cui contributi dovrebbero essere
stati rimossi.

-- 
Maurizio.




More information about the Talk-it mailing list