[Talk-it] Letture "Perché i dati geografici non possono essere “liberi”

Demon Tage tagedemon a gmail.com
Mar 12 Lug 2011 09:49:54 BST


Salve a tutti,
il discorso e le argomentazioni poste nell'articolo sono davvero vecchie e superate ormai da tempo con tantissime argomentazioni contrarie ed equivalenti a quelle messe in campo dall'autore dell'articolo.
Nello specifico dei dati geografici, penso sia ovvio che le pubbliche amministrazioni devono offrire i dati sotto pubblico dominio in quanto sono un ente che riceve giā i soldi dei contribuenti per effettuare questo servizio, quindi non credo personalmente che ci sia bisogno di pagare altro !!!
Che poi a fianco a questi dati pubblici ci possano essere delle aziende private che offrono i loro dati a pagamento io non ci vedo niente di male in quanto non esiste un monopolio da parte dello stato in questo settore (anzi esiste un monopolio di fatto nel privato).
Poi c'č la mia personale considerazione che il servizio cartografico sia oggi un servizio essenziale e nevralgico di uno Stato che voglia considerarsi moderno per una infinitā di motivi.
Infine per esempio nel mondo della MTB, che conosco bene, l'avvento del sistema OSM ha generato una svolta epocale nel modo di interpretare la pratica di questo sport, ma questo č un discorso che un po si estranea da quello precedente ma che si ricollega alla considerazione, pur vera sotto molti aspetti, che i dati OSM siano inutilizzabili per l'utente finale.




Maggiori informazioni sulla lista Talk-it