[Talk-it] utente problematico e landuse

Andrea Albani aobani a gmail.com
Sab 28 Nov 2015 14:15:33 UTC


Il giorno 28 novembre 2015 09:31, Marco Bartalini <marcobartalini a gmail.com>
ha scritto:

> Allora secondo me come ho detto più volte un sistema gerarchico dovrebbe
> essere alla base della protezione dati, ma non solo questo perchè questo
> non basta e inoltre si rischierebbe di ingessare tutto. Ad esempio molti di
> voi conosceranno l'App waze, secondo me il loro sistema gerarchico di
> modifiche è eccessivo, però nel loro caso che non sono un ente no profit ci
> sta perchè cmq loro hanno dei mappatori pagati per far quello oltre che i
> normali utenti...
>
> quindi secondo me per OSM bisognerebbe mettere a punto un sistema più
> semplificato....
>
> quindi secondo me questi sono alcuni punti che si dovrebbero implementare
> che dovrebbero renderlo più social.
>
> 1. Appena si iscrive un nuovo utente, nella zona tutti i mappers esistenti
> devono essere avvisati con una notifica. in questo modo si aumenta
> l'aspetto social di osm facendo conoscere maggiormente un pò tutti i
> mappatori. Inoltre il nuovo utente potrebbe essere avvisato a rispettare
> determinate regole, invitato a leggere la wiki, ecc.ecc... So perfettamente
> che una cosa del genere già avviene perchè tutti penso come me appena
> vediamo una modifica fatta da un nuovo utente ce lo andiamo ad aggiungere
> andando a vedere come mappa, ecc.ecc... ma allo stato attuale è un pò
> macchinoso e va semplificato aggiungendo una semplice notifica email
> "questo utente si è iscritto, ecc.ecc..." un pò come avviene oggi sui
> social network.
>
> 2. Il nuovo utente non può cancellare ciò che altri utenti hanno fatto può
> al limite inviare una richiesta di modifica ai mappers di rango superiore
> spiegando il problema. Il nuovo utente potrà per cui solo aggiungere.
>
> 3. Il sistema gerarchico potrebbe concretizzarsi con un sistema a
> punteggio sulla base dell'esperienza e sulla base di ciò che ha fatto negli
> anni su osm. ad esempio a me piace definirmi un "mappatore grezzo" nel
> senso che nella mia storia di OSM ho mappato tanto, ma solo sentieristica e
> strade... Ovvio che anche se ho fatto moltissime modifiche non posso essere
> allo stesso livello di bravura o meglio di esperienza di uno che ha fatto
> il mio stesso numero di modifiche, ma disegnando edifici, landuse, inserito
> poi, ecc.ecc... quindi ritornando al punteggio per aumentare di rango, le
> varie tipologie di modifiche dovrebbero avere dei coefficienti diversi di
> punteggio che vanno dal più basso per chi disegna solo linee stradali che
> sono molto semplici, a modifiche più complesse che danno un coefficiente di
> punteggio maggiore. In questo modo al numero di modifiche bisogna associare
> un punteggio che un pò meglio qualifica il livello del mappatore.
>
>
>
Un paio di riflessioni a riguardo dei punti 2 e 3 del tuo contributo:

- se ingessiamo l'utente io ho paura di poter perdere il contributo di...
"Federico". Federico è un amico amante della bicicletta, sia MTB che da
strada. Quello che fa normalmente è prendere nota di piccole inesattezze
lungo i percorsi che segue. Apre si e no 50 changeset in un anno con 10/20
nodi/way per ognuno quando va bene. Se dovesse tornare a casa e trovarsi
nell'impossibilità di cancellare la fontanella che il comune ha rimosso o
il sentiero che non esiste più, dovendo chiedere il "permesso" di farlo,
penso che smetterebbe subito di migliorare OSM. Ecco, io non vorrei perdere
i tanti "Federico" che contribuiscono ai dettagli

- mi chiedo come è possibile stabilire chi è più bravo e chi no basandosi
su un numero di change o su un punteggio frutto di un calcolo che tiene
conto di pesi attribuiti alle tipologie di modifiche apportate. Potrei
disegnare tonnellate di building, ma se rappresento case quadrate con dei
pentagoni non sono un buon mappatore. La mia posizione in gerarchia quindi
non può dipendere da un numero facilmente quantificabile, ma dalla qualità
di quello che faccio. Visto che stimare la qualità in modo automatizzato
non mi appare  di facile implementazione arriviamo al punto in cui ho
bisogno dell'intervento umano. Provo ad ipotizzare: l'utente,per ogni
changeset inviato, riceve valutazioni da altri mapper il cui peso è
funzione del livello del mapper che rilascia il punteggio. Qui si può
aprire però un bel dibattito: ad esempio chi può dire che una strada in Sud
Sudan che ho mappato non si possa rappresentare come tertiary ? eppure agli
occhi di un bravissimo mapper occidentale sembra un sentiero in confronto a
quello che trova nel suo urbanizzato bounding box di editing che non si è
mai allontanato dal 45° parallelo e dagli 8/9 di longitudine... e mi
rilascia un bel feedback negativo. In conclusione vedo complicato (non
impossibile) darsi delle regole solide e condivise su questo nuovo
approccio.

Ciao

IlBano
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://lists.openstreetmap.org/pipermail/talk-it/attachments/20151128/7dcf4d00/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista Talk-it