[Talk-it] Definizione definitiva del pave' milanese

emmexx emmexx a tiscalinet.it
Mar 19 Giu 2012 17:37:49 BST


Il 06/19/2012 06:02 PM, Martin Koppenhoefer scrisse:

> non Ŕ impensabile. Ovviamente sembra assurdo se uno si immagina di
> disegnare spazi singoli come way o nodo, per˛ si potrebbe ipotizzare
> di creare una sorte di tracktype, quindi un set di classe, per esempio
> da 1 a 5, dove poi per ogni valore viene definito qual'Ŕ la larghezza
> massima del spazio tra i masselli, oppure la profonditÓ dei buchi. Con
> valori sensati (distribuzione dei limiti secondo quello che occorre e
> quello che fa una differenza, per esempio per una bici) si potrebbe
> arrivare ad una bella classificazione (pi¨ chiara di "smoothness") che
> non richiede la misurazione dei spazi (perchŔ sarebbe impostato che si
> vede ad occhio la differenza tra un 1 e un 2).

Dipende dalla "dimensione" della rilevazione.
Fatto per un'intera metropoli come Milano per me resta impensabile,
specie se i rilevatori non sono dei "professionisti" di osm.


> no, il "surface" Ŕ utilizzabile a precindere del tipo di uso.

Non intendevo questo.
Ma se ho un dubbio su un valore da usare, guardo il wiki, cerco la foto
che piu' assomiglia alla superficie che devo taggare, paving_stone a me
continua a ricordare un giardino o un vialetto che porta al garage di
una villetta, non la superficie di una strada. In questo senso le foto
sono fuorvianti.

> 
> 
>>> "milanese_paving"? Poi ci aggiungi una definizione (sopratutto quanto
>>> grande devono essere i pezzi, min/max, non s˛ bene l'altezza del
>>> pezzo). Non s˛ bene se quel tipo di pavÚ Ŕ una specialitÓ milanese
>>> oppure si trova anche in altri contesti?
>>
>> Il lastricato c'e' anche a torino ma li' vuoi per il tipo di posa o per
>> la manutenzione regolare o per il tipo di pietra, la superficie e' molto
>> piu' regolare (cerca piazza castello a torino).
> 
> 
> "lastricato" mi sembra una parola sinonima con "pavÚ". Se guardi le
> foto con google trovi del tutto:
> https://www.google.it/search?q=lastricato&hl=de&prmd=imvns&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=_aDgT-XgJJGM4gSToYyuDQ&ved=0CFYQsAQ&biw=1366&bih=632

Non esattamente.
Pave' viene usato (a milano) per intendere sia i sampietrini che il
lastricato che superfici come quelle delle tue foto di Berlino.
MA se chiedi a un "tecnico" ti dira' che sono diversi ed hanno nomi
diversi. Pave' e' una "classe" di superfici.

http://it.wikipedia.org/wiki/Pav%C3%A9

>> Qui [1] si vede in parte la differenza tra quello posato bene e
>> sottoposto a miglior manutenzione e minori carichi (nella piazza, piu'
>> chiaro) e quello "normale" (dove ci sono i binari).
> 
> 
> si, ma devi vederlo anche fra 5 anni ;-)

Tra 5 anni in piazza duomo la superficie sara' ancora meglio... ;-)

> per˛ capisco bene la differenza. Si trova anche in altri
> contesti/cittÓ. Sono d'accordo con te: in teoria manca probabilmente
> una distinzione tra questo tipo di pavÚ e cobblestone (vero) e
> autobloccanti di cemento. Sono d'accordo con Volker, sarebbe da
> discutere su [tagging] a livello internazionale.

E gia' tremo all'idea di come sara' complicata la discussione... ;-)

ciao
	maxx



Maggiori informazioni sulla lista Talk-it