[Talk-it] Altra domandina sull'uso del suolo

Giovanni Caudullo giovanni.caudullo a gmail.com
Lun 28 Gen 2013 20:30:18 GMT


Il 28 gennaio 2013 20:21, Gianluca Boero <gianlucaboero a alice.it> ha scritto:
>
>> Il 28/01/2013 11:25, Giovanni Caudullo ha scritto:
>>>
>>> In Italia, sono pochissimi i prati stabili naturali (le praterie
>>> d'alta quota, alcune zone umide soprattutto salmastre), in tutti gli
>>> altri casi il prato esiste perch c' qualcuno che lo mantiene tale, o
>>> con i tagli (da uno a pi all'anno) o con il bestiame. In caso
>>> contrario crescerebbero in breve arbusti e poi gli alberi.
>>> Per cui io a tutti i prati ad uso foraggero sia di pianura che di
>>> montagna io sottolineeri questo aspetto mettendo "landuse=farmland" e
>>> poi crop=grass" o "crop=forage".
>>>
> Vi avevo detto che non avevo pi domande sul landuse e invece eccone
> un'altra :-)
> Quando non si  sicuri sempre meglio chiedere per evitare di partire con
> un'idea sbagliata.
>
> Il tag landuse=forest nel wiki viene inteso come foreste o boschi gestiti.
> Nel caso di un piccolo bosco, grande quanto un prato, magari con piante
> novelle (di pochi anni) vale sempre?
> Oppure bisogna inserire i filari di alberi se non sono molto numerosi?
La risposta penso sia "dipende". Innanzi tutto se quello  davvero un
bosco. Per l'inventario nazionale un bosco  "un terreno di almeno
2.000 mq, coperto per almeno il 20 per cento di alberi o arbusti; se
l’appezzamento boscato è di forma allungata la larghezza minima deve
essere di 20 m."
Poi dallo scopo per cui  stato impiantato: per arboricoltura da
legno, per produzione di legna da ardere (ceduo) o da opera (fustaia),
ecologico-ricreativo, ecc. Infine in che stato  attualmente e come
dovrebbe (potrebbe) evolvere.
Con queste info, penso si possa capire meglio come classificarlo.
Ciao
Joe



Maggiori informazioni sulla lista Talk-it