[Talk-it] superati i 4 milioni di utenti registrati

Maurizio Napolitano napoogle a gmail.com
Gio 13 Lug 2017 22:47:42 UTC


2017-07-13 23:31 GMT+02:00 Alessandro Palmas <alessandro.palmas at wikimedia.it>:
> Il 13/07/2017 21:22, Maurizio Napolitano ha scritto:
>>
>> Anche a costo di apparire antipatico dubito che quelle percentuale di
>> utenti attivi arrivi a superare un valore ampiamente sopra il 20%
>
>
> Non ho digitato l'apostrofo ma parlavo dell'otto per cento, uno su dodici.
> Le statistiche lette tempo fa parlavano quindi di percentuali ancora più
> basse di quelle di cui parli.

ti confesso che mi sembrava strano:
ho letto su smartphone ed ho risposto che ero senza connessione
(viaggiavo su una nave)
Pertanto non ho nemmeno verificato i dati.
Ti confesso che mi sembravano pochi visto che, ogni volta che do una
occhiata alle
statistiche fatte da Pascal Neis, vedo che si è sempre intorno al 10%.
Ripeto comunque che la percentuale non mi spaventa.
Ho scritto 20 non solo perchè ho letto male, ma anche perchè ho fatto
riferimento subito
alla distribuzione di pareto basata sul 80-20
https://it.wikipedia.org/wiki/Principio_di_Pareto#Il_principio_di_Pareto_o_.22legge_80.2F20.22

Questione che poi negli anni è stata rivista da altri e che va sotto
la categoria di Power Law.
https://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_potenza

Quindi io non mi stupisco che i numeri degli attivi siano bassi, credo
però che sia importante
continuare a diffondere per mantenere quel numero o farlo salire.

>> Secondo me invece dovremmo ragionare di più sul tema del "gardening" (=
>> mantenimento delle informazioni più importanti).
>>
>
> Personalmente cerco di mantenere aggiornate le zone che conosco meglio,
> servirebbe forse un editor o una app o un josm per dispositivi mobili:
> qualcosa che faccia vedere tutti i tag degli oggetti.

A me non dispiace il lavoro introdotto da StreetComplete anche se diventa noioso
a forza di chiedere il tipo di pavimentazione e su alcune cose non concordo del
tutto (= gli orari di apertura mi sta bene per le attività pubbliche).
Il mio appello è comunque aperto a tutti, e non sarebbe male se, come comunità
italiana, si cominciasse a ragionare su cosa è importante tenere
aggiornato e che,
ogni import fatto, continuasse a venire curato.
Riporto questo articolo che ho tradotto che spiega bene il concetto
http://de.straba.us/2016/08/15/openstreetmap-passatoi-openstreetmap-futuroi-di-alan-mcconchie/


>> Ultima nota:
>> ho letto un bel articolo dove si è studiato l'effetto dei mappping party.
>> In sintesi si dice che:
>> - migliorano la mappa
>> - uniscono la comunità degli attivisti
>> - creano entusiasmo a proseguire fra gli utenti esperti
>> - allontanano gli utenti che si avvicinano la prima volta
>
>
> Per i mapping party, come mi scriveva anche Andrea Musuruane in una mail di
> pochi giorni fa, occorre contattare i mappatori uno ad uno per sperare in
> una minima partecipazione di utenti "chiocce".

Intanto il link all'articolo di cui parlavo
https://www.aaai.org/ocs/index.php/ICWSM/ICWSM13/paper/view/6098
The Life of the Party: Impact of Social Mapping in OpenStreetMap
Desislava Hristova, Giovanni Quattrone, Afra Mashhadi, Licia Capra

E qui le considerazioni finali
- mapping parties do cause an increased editing activity during the
events themselves;
- they also sustain engagement over time, though mostly for already
active contributors;
- however, they largely fail on their third goal of engaging new- comers.

per me la terza frase è molto importante e concordo sulle tue osservazioni.
Credo che la formula vada rivista.
Ultimamente ho trovato utile far usare i field papers (anche se solo
per annotare e non
per forza per usarli come sfondo) e scattare fotografie organizzando
quindi un gruppo
di persone che raccoglie dati ed un gruppo che si occupa di inserirli in osm.
Idem facendo giocare con korth.ch e con streetcomplete

I miei sono suggerimenti, ma penso che ragionando bene si possono
avere bei risultati.
Può anche essere che si fa il mapping party proprio con il fine di
autocelebrare gli
attivisti e migliorare la mappa. Non è un male.

Infine
visto che ho fatto riferimenti ad articoli di ricerca, consiglio anche
questo appena uscito
http://www.mdpi.com/2220-9964/6/7/195
Using Latent Semantic Analysis to Identify Research Trends in OpenStreetMap

... di fatto mostra dove sta andando la ricerca su OSM nel mondo



PS:
sono reduce da un workshop di una settimana su citizen science
http://www.dagstuhl.de/program/calendar/partlist/?semnr=17272&SUOG



Maggiori informazioni sulla lista Talk-it